top

Davide Conti - DCDEDALUS

  /  Blog   /  InfernoParadiso

InfernoParadiso

MIRABILIA/labirinto degli arcani

“MIRABILIA labirinto degli arcani è un Opera letteraria-visiva MIRABILIA composta in tre atti  ognuno dei quali conduce in un percorso di autoriflessione attraverso miti, allegorie ed arcani.

  • Inferno Paradiso
  • Giardino Delle Delizie
  • Spendor Solis

Appena partito, la Via ti porta subito vicinissimo alla meta.
Ti sembra di essere già arrivato, ma sei soltanto al centro del labirinto della tua vita.
La Via del Tempo è la strada maestra.
Un percorso attraverso il proprio “Mirabilia”, dentro al quale si può evolvere con la sperimentazione e la ricerca di conoscenza.
Mirabilia è la guida del viaggio di “ritorno a se” attraverso il labirinto delle proprie memorie, il prologo fondamentale per la comprensione del viaggio, descritto con il labirinto degli arcani, un teatro che conduce ad emblemi che disvelano arcani, in continuo passaggio dalle Tenebre alla Luce, in cui viaggiare dentro se stessi, dal luogo più oscuro dell’anima al sacro “Assoluto”. .
Un percorso per immagini che guidato da emblemi che disvelano arcani, nel quale è facile entrare ma difficile uscire, e anche quando si raggiunge il centro e nel ritorno all’uscita che portas ad una vera rinascita

entrare nel labirinto é una discesa agli Inferi e nei suoi specchi con la volontà di sottrarre se stessi agli inganni del mondo di sopra.

Misterioso e enigmatico, si può intuire solo l’entrata, ma è il processo di trasformazione che guida all’interno tra specchi che riflette la contrapposizione tra vita e morte, bene e male, perdizione e redenzione; ma anche solitudine, paure, angosce e virtù, in un cammino che dal caos infinito conduce attraverso arcani verso il ricordare di se. Non è un percorso intricato, ma univoco che conduce al centro e poi di nuovo il ritorno all’entrata, nessun inganno, ma enigmi che rivelandosi illuminano il percorso, il proprio sentiero fino a dissolvere la separazione con il tutto.
Può essere solo l’intuito che guida attraverso arcani che diventano specchi in cui riflettersi, prima verso il centro, la purificazione e poi ritornando all’entrata il completamento, in una rigenerazione continua e assolutamente personale.

L’ombra diventa luce. scopre le ombre custodite dentro ai luoghi oscuri. Il labirinto è un viaggio nell’oscurità, uno strumento per ritrovare la strada di casa, uno spazio sacro in cui il visibile e l’invisibile si fondono aprendo le porte della percezione, una nuova visione della realtà, un magico passaggio evolutivo.

Questa strada non è dritta, è tortuosa, ma non ingannevole. Solo chi è giunto al centro può tornare indietro, al mondo, e portare con sé ciò che ha appreso.