top

Davide Conti - DCDEDALUS

  /  Blog   /  Notte oscura dell’anima
affiches alchimia

Notte oscura dell’anima

Notte oscura dell’anima

La realizzazione di sé si veste qui di nero,

di freddo, di notte buia, di nuda Terra di Saturniana memoria.

La vita abbandona gradualmente la materia,

dando origine a un composto informe e putrido,

ma il processo la trascina in uno stato che porta alla luce

una nuova forma di vita.

Se la materia è lo Spirito,

la Nigredo alchemica è l’uscita dall’ego.

Lo slancio vitale precipita nel Nettuniano caos originario

che precede la creazione:

si tratta della notte oscura dell’anima,

quel periodo di intenso smarrimento che prelude

ad una crescita spirituale.

I punti di vista personali si dissolvono,

i pregiudizi e i preconcetti vengono estirpati,

le vecchie idee spazzate via come foglie secche…

E ciò che resta è un insopportabile vuoto.

Il processo di morte simbolica

lascia spazio ad una personalità rinnovata,

spiritualmente più completa.

Le tenebre svelano aspetti di sé invisibili e sconosciuti,

illuminati dalla luce dell’alba, attesa da tempo.

Oscurità e tenebre, gravità e pesantezza,

risolto il loro compito di Solve et Coagula,

vengono avvolte dalla dissolvenza, penetrate dalla luce.

La sfera solare è il simbolo della perfezione,

della regolarità assoluta.

Il cammino umano si illumina percorrendo l’Albero della Vita, di sfera in sfera, di sephiroth in sephiroth,

disegnando infinite geometrie, verso il Centro

“il luogo dei punti dello spazio che hanno tutti ugual distanza da un punto fisso”.

L’Uomo è il centro dell’Universo,

osservando l’Universo dal suo Centro.

https://www.modernpaint.it/portfolio-item/viaggio-nellade-2/